Il mio vicino di pianerottolo ha messo fuori dalla porta uno zerbino molto volgare. Dal suo punto di vista dovrebbe essere spiritoso, ma ho un bambino di 7 anni e quando gli amichetti vengono a casa lo zerbino diventa oggetto di battute e lunghe conversazioni.
Gli ho chiesto di toglierlo, ma non vuole. Posso imporglielo facendo leva sul “decoro” del palazzo o devo arrendermi?
Paola

 

Cara Paola, la sua vicenda, apparentemente semplice, contiene una questione giuridica vera: il rispetto del “decoro architettonico”. Lo zerbino è un bene mobile, che non incide in modo perenne nell’aspetto architettonico, in questo caso interno, dello stabile. Il “decoro” che il legislatore dopo la riforma ha messo al centro delle attenzioni imponendone un assoluto rispetto, riguarda linee e decori, insomma l’aspetto dello stabile nella sua struttura. Il giudizio, in caso di vertenza, è peraltro soggettivo e il giudice ha ampia discrezione.
Ciò detto, ascrivere a uno zerbino la violazione in commento mi pare eccessivo. Non è detto poi che alcuni ospiti non lo trovino simpatico.

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *