GAL Montagna Leader. PSR 2014/2020. Misura 19.2. Contributo a fondo perduto fino al 100% per lo sviluppo dell’offerta turistica.

Area Geografica: Friuli Venezia Giulia
Scadenza: BANDO APERTO | Scadenza il 20/12/2018
Beneficiari: Associazioni/Onlus/Consorzi, Ente pubblico, Persona fisica, PMI, Micro Impresa
Settore: Agricoltura, Pubblico, Turismo
Spese finanziate: Opere edili e impianti, Consulenze/Servizi
Agevolazione: Contributo a fondo perduto
Dotazione Finanziaria: € 350.000
Di cosa si tratta:
Il bando è finalizzato alla realizzazione di progetti d’area che inneschino reali e duraturi processi di sviluppo dell’offerta turistica attraverso l’azione congiunta di più soggetti, pubblici e privati, che facilitino la fruizione dell’esperienza vacanza, sviluppino prodotti e servizi turistici differenziati, incrementino la riconoscibilità dell’area, migliorino e innovino il sistema di accoglienza locale.

Soggetti beneficiari:

  • Enti pubblici;
  • Aziende agricole o cooperative agricole;
  • Associazioni di categoria;
  • Associazioni senza scopo di lucro;
  • PMI che opera nel settore del turismo;
  • Privati che intendono realizzare interventi di qualificazione e/o riqualificazione delle strutture turistiche ricettive extralberghiere;
  • guide naturalistiche e/o turistiche o altre professioni turistiche abilitate.

Tipologia di spese ammissibili:

  • Costruzione, ampliamento, ristrutturazione, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo di fabbricati, o miglioramento di beni immobili;
  • Acquisto di beni mobili ;
  • Costi generali quali parcelle per consulenze legali e notarili, onorari di architetti, ingegneri e consulenti;
  • Interventi immateriali, di acquisizione o sviluppo di programmi informatici e di acquisizione di brevetti, licenze,
    diritti e marchi d’autore, marchi commerciali;
  • Attività di ricognizione, elaborazione e diffusione delle informazioni, nonché realizzazione e diffusione di
    materiale informativo su diversi supporti mediali;
  • Produzioni audiovisive e multimediali per la diffusione attraverso canali radiofonici e televisivi;
  • Noleggio di attrezzature e strutture mobili;
  • Noleggio di attrezzature e strutture mobili;
  • Realizzazione o aggiornamento di siti web;
  • Consulenze specialistiche per la progettazione e organizzazione di attività di informazione e promozione;
  • Predisposizione di elaborati tecnici e documentazione richiesti ai fini della valutazione delle domande di
    sostegno, nel limite del 5 per cento dell’importo previsto per l’investimento;
  • Spese per garanzia fideiussoria richiesta a fronte di anticipazione prevista su investimenti;
  • L’imposta sul valore aggiunto (IVA) esclusivamente nei casi in cui sia effettivamente sostenuta e non sia
    recuperabile in base alla normativa nazionale sull’IVA.

Entità e forma dell’agevolazione:

Il sostegno è concesso a fondo perduto:

  • per gli Enti pubblici nella misura del 100%;
  • per le Associazioni nella misura del 80%.
Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *