I 10 Anni di Confabitare

Verso il decennale con orgoglio
Editoriale: Alberto Zanni

Fine ottobre, tempo di primi bilanci di una stagione che nel nostro Paese ha visto grandi sconvolgimenti politici con l’insediamento del governo formato dalla strana coppia Lega – 5 Stelle e in campo economico flebili segnali di una ripresa che non autorizza certo facili ottimismi. Per Confabitare, in attesa della convention nazionale del 30 novembre, il 2018 si chiude con un bilancio positivo.

Abbiamo appena festeggiato il nono compleanno e in questo arco di tempo siamo riusciti a costruire, con l’impegno e la professionalità di tanti, una realtà associativa riconosciuta in tutt’Italia, come un punto di riferimento per i proprietari immobiliari e per la tutela dei loro diritti.

I numeri certificano una costante crescita di Confabitare in termini di radicamento, di visibilità, di autorevolezza. Ottanta sedi provinciali e 51mila iscritti sono lì a testimoniare una presenza capillare in tutto il territorio nazionale e a sancire un primato indiscusso come numero di associati. C’è da essere soddisfatti, cari lettori. Ma non basta. Negli ultimi anni Confabitare ha assunto un ruolo sempre più da protagonista nel contesto sociale e politico delle tante realtà locali in cui è presente, organizzando convegni, seminari e iniziative pubbliche. Fra i tanti incontri promossi, particolare successo hanno avuto quelli sullo “Stalking condominiale” a Palermo, sulla “rigenerazione urbana” poche settimane fa a Pescara, sui canoni concordati ad Arezzo, Ravenna, Cuneo e Andria, sull’andamento del mercato immobiliare a San Lazzaro di Savena (Bologna). Ne abbiamo citati alcuni ma l’elenco è lungo e in ogni caso le iniziative di Confabitare hanno riscosso ovunque notevole partecipazione e interesse sia per i temi trattati sia per l’autorevolezza dei relatori.

C’è un altro aspetto della nostra attività pubblica che ci piace sottolineare: la partecipazione a manifestazioni fieristiche di grande prestigio e richiamo. Ne citiamo due per tutte: ExpoCasa, mostra mercato dell’edilizia e dell’arredamento che si è svolta in marzo a Bastia Umbra in provincia di Perugia, e il SAIE, il Salone internazionale dell’edilizia, che ha tenuto banco alla fiera di Bologna dal 17 al 20 ottobre con lo stand di Confabitare e Confamministrare.

Sul fronte politico registriamo con soddisfazione che alcuni temi per i quali da sempre ci battiamo in prima linea, come la lotta alle occupazioni abusive e la riforma della legittima difesa a maggior tutela delle vittime, hanno trovato riscontri positivi nell’azione del nuovo governo giallo verde. Sulle occupazioni di immobili, in particolare, il giro di vite voluto dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini, con tolleranza zero nei confronti di chi infrange le regole e una maggior velocità nell’esecuzione degli sgomberi, ha il nostro totale appoggio.

Un appoggio che abbiamo manifestato esplicitamente al vice premier con una lettera aperta, pubblicata anche su vari giornali nazionali. Per quanto riguarda la legittima difesa il disegno di legge è finalmente approdato in aula al Senato il 23 ottobre. Il testo base, che unifica le varie proposte presentate in Commissione a Palazzo Madama, allarga sì le maglie della legittima difesa, ma mantiene, salvo cambiamenti in fase di discussione del testo, il principio della proporzionalità rispetto all’offesa subita, così come l’eventuale procedimento penale a carico della vittima che “osa” difendersi. Se le cose stanno così, si tratta di un compromesso al ribasso che non ci convince affatto. Per Confabitare, lo ribadiamo, la difesa deve sempre essere considerata legittima, senza se e senza ma.

In conclusione, cari lettori, vi diamo appuntamento all’ottava Convention nazionale della nostra associazione che si svolgerà il 30 novembre, dalle ore 14.00 alle 19.00, al centro Congressi dell’Hotel Savoia Regency di Bologna. Tema centrale sarà Il mercato immobiliare nella morsa del fisco e del lavoro che non c’è: analisi e proposte. Al meeting interverranno qualificati rappresentanti delle istituzioni, esperti del settore, esponenti del mondo politico e sindacale. Non mancate, vi aspettiamo numerosi!

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *