OCM Vino Investimenti 2018/2019. Contributo a fondo perduto fino al 40% per supportare investimenti nel settore vitivinicolo.

Area Geografica: Piemonte
Scadenza: BANDO APERTO | Scadenza il 15/02/2019
Beneficiari: PMI, Micro Impresa
Settore: Agricoltura, Agroindustria/Agroalimentare
Spese finanziate: Attrezzature e macchinari, Opere edili e impianti
Agevolazione: Contributo a fondo perduto
Dotazione Finanziaria: € 3.126.712

 

Descrizione completa del bando

La misura ammette a finanziamento le spese che si prevede di sostenere per la realizzazione di punti vendita aziendali adibiti prevalentemente alla commercializzazione dei prodotti vitivinicoli, localizzati all’interno o all’esterno delle unità produttive di trasformazione e conservazione, comprensivi di sale di degustazione.

Soggetti beneficiari

I soggetti che possono accedere agli aiuti devono avere come attività:

  • la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche
  • la produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve
  • l’elaborazione, l’affinamento e/o il confezionamento del vino
  • la produzione di vino attraverso la lavorazione delle proprie uve da parte di terzi vinificatori

Tipologia di spese ammissibili

  • opere di natura edilizia;
  • acquisto di attrezzature e impianti;
  • acquisto di attrezzature informatiche e relativi programmi  piattaforme per punti vendita aziendali,
    comprensivi di sale di degustazione;
  • investimenti materiali per l’esposizione e la vendita dei prodotti vitivinicoli, compresa la degustazione.

Le acquisizioni di immobili sono ammissibili a finanziamento (per un valore massimo del 30% delle spese
ammissibili) qualora siano rispettate le seguenti condizioni:

  • l’immobile deve essere oggetto di una sostanziale miglioria (ristrutturazione/allestimento punto vendita);
  • l’immobile non deve essere stato oggetto di finanziamenti pubblici negli ultimi 10 anni;
  • non è ammesso l’acquisto di un immobile già in possesso di soci/soggetti collegati all’azienda richiedente
    e/o loro parenti entro il secondo grado.

Le spese generali direttamente connesse agli investimenti inseriti in domanda sono ammissibili entro il
limite dell’8% della spesa riferita al relativo acquisto/invervento.

Entità e forma dell’agevolazione

I progetti, all’atto della ammissibilità a finanziamento, dovranno rispettare i seguenti limiti:

  • spesa minima ammissibile: € 20.000;
  • spesa massima ammissibile: € 350.000.

Il sostegno per gli investimenti realizzati da micro, piccole o medie imprese è concesso nel limite massimo
del 40% della spesa effettivamente sostenuta.

Il sostegno per gli investimenti realizzati da imprese intermedie è concesso nel limite massimo del 20%
della spesa effettivamente sostenuta.

 

 

 

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *