Confabitare e il corona virus

In conformItà con l’ordinanaza del Ministero della salute, e di intesa con il Presidente della Regione Emilia Romagna, relativa a misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid- 2019, nella giornata di lunedi 24 febbraio abbiamo informato tutti gli amministratori condominiali della provincia di Bologna della volontà associativa di interrompere, per motivi precauzionali, fino a nuovo ordine, le attività di assemblee di condominio, sebbene all’interno dell’Ordinanza stessa non vi fossero chiare disposizioni in tal senso.
Per i sopracitati motivi abbiamo presentato un’interrogazione al Presidente Bonaccini e successivamente abbiamo preso contatto con la Segreteria della Presidenza della Regione Emilia Romagna per avere maggiori delucidazioni, o quanto meno avere il giusto supporto sull’interpretazione che avevamo dato all’Ordinanza.

Di tutta risposta ci è stato dichiarato che le assemblee di condominio non rientrano tra le attività da dover sospendere. A fronte di questa dichiarazione la posizione di Confabitare rimane comunque quella di non esporre i nostri associati ad eventuali rischi di contaminazioni, e quindi manteniamo la posizione prudenziale di non effettuare le assemblee condominiali in questo periodo.

All’interno delle attività svolte per la tutela dei propri associati e degli amministratori di condominio, Confabitare ha richiesto alla Agenzia delle Entrate e al Ministero dell’Economia di posticipare le prossime scadenze fiscali con particolare attenzione agli adempimenti per le certificazioni e le detrazioni di imposta che avrebbero scadenza a fine mese.

Alberto Zanni
Presidente nazionale Confabitare

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.