Sto litigando con un alcuni studenti che abitano nell’appartamento posto al piano superiore al mio e che appendono continuamente i panni non strizzati ai fili all’esterno della terrazza. Si crea così uno stillicidio continuo sul mio terrazzo, ogni volta che c’è un briciolo di sole e che, appunto, i vestiti vengono messi ad asciugare. La proprietaria di casa dice di parlare con gli affittuari, ma loro non ascoltano. La questione sta diventando noiosa. Devo sopportare e basta?

Lucia R.

Cara Lucia, sicuramente il problema è generato dall’utilizzatore dell’appartamento e non dal proprietario che, da parte sua, ha comunque l’obbligo di attivarsi affinché il problema abbia fine. Consideri che i conduttori sono obbligati a rispettare le norme di diritto condominiale e il regolamento, ove presente, al pari del proprietario.
Può anche far scrivere all’amministratore del condominio atteso che con la riforma del 2012, i “conduttori” sono a tutti gli effetti inseriti nell’anagrafica condominiale quali soggetti aventi un diritto personale (detenzione qualificata) e definiti dalle norme come “aventi diritto” anche ai fini assembleari. Ciò detto, se le vie brevi e bonarie tentate fino ad oggi non hanno sortito gli effetti desiderati, occorre che formalizzi le sue doglianze in modo ufficiale, magari intanto con una lettera da inviare sia agli inquilini che all’amministratore stesso.

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *