I portici di Bologna riconosciuti dall’Unesco patrimonio dell’umanità

“Questo è il momento della gioia e dell’orgoglio per tutti i bolognesi, ma è anche l’occasione giusta per ricordarci che i nostri amati portici vanno tutelati e curati costantemente. Con i fatti e non solo a parole”. Alberto Zanni, presidente nazionale di Confabitare- associazione proprietari immobiliari- festeggia lo straordinario exploit di Bologna e dei suoi portici divenuti ufficialmente patrimonio dell’Unesco e sottolinea l’impegno della sua associazione per la salvaguardia e la valorizzazione delle preziose architetture che hanno reso la nostra città celebre nel mondo. “Ci siamo sempre battuti in prima linea – spiega Zanni – per la pulizia e il decoro dei portici e per migliorare un’illuminazione in alcuni tratti assai carente. D’ora in poi continueremo a farlo con ancor più decisione. Ma questa battaglia si vince con il concorso di tutti. Per questo chiediamo che la prossima Giunta metta al centro della sua azione amministrativa la tutela di un ineguagliabile patrimonio architettonico che oltretutto rappresenta un’eccezionale attrattiva turistica. Non possiamo sbagliare, stavolta, è il caso di dirlo, il mondo ci guarda”.

Ufficio stampa Confabitare
29 luglio 2021

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *