Vendita porta a porta

Nel nostro condominio abita un signore anziano che apre a tutti i venditori porta a porta, promoter ecc, ogni volta che suonano al portone condominiale comune. Così ce li ritroviamo alla porta di casa e a giro per i pianerottoli.
Ne abbiamo già parlato in assemblea, perché tutti (tranne lui) sono molto infastiditi dalla situazione, ma lui sostiene che è suo diritto aprire a chi ritiene. È così? Possiamo impedirlo?
Matteo M.

 

Caro Matteo, il problema non è di poco conto.
Appare quasi scontato dire che il signore anziano è libero di aprire il portone del condominio e di far entrare in casa propria chi vuole, senza arrecare però pregiudizio a nessuno. Non può infatti con il suo comportamento arrecare nocumento agli altri. In questo modo il libero esercizio di un diritto, ne diviene quasi un abuso e, come tale, deprecabile. Se poi dalla sua inavvertita apertura del palazzo a chicchessia derivassero danni a cose e/o persone, ne dovrebbe rispondere.
Ciò detto, sarebbe opportuno partire con una richiesta formale e se, come sembra, ci fosse sul tema un’armoniosa unione da parte di tutti gli altri condomini potrebbe essere l’amministratore a farsi carico di gestire questo problema.

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.