Morosità e ingiunzioni

Gentile avvocato, immagino che ne avrà parlato e scritto tanto, ma mi può spiegare in modo chiaro quando e come può l’amministratore può fare una causa per recuperare le spese condominiali (decreto ingiuntivo) contro un condomino? Non voglio influenzarla e non le dico da che parte sto io.
Patrizio

Gentile Patrizio, la legge è molto chiara su questo punto. L’amministratore entro termini abbastanza stringenti deve azionarsi verso i condomini morosi i cui nomi, se richiesto, devono essere forniti ai fornitori insoddisfatti. Di prassi, approvati i bilanci in sede di assemblea ordinaria, vi sono delle scadenze da rispettare (rate). In caso di mancato pagamento l’amministratore fa una prima raccomandata alla quale, se dovesse rimane lettera morta, farebbe seguito quella di un legale e poi, a seguire mancando il pagamento, il ricorso per decreto ingiuntivo. Da questo momento le spese lievitano in modo considerevole (solo gli esborsi, marche e contributo oggi sono tre volte più elevati di pochi anni fa).

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.