Giardino e cattivi odori

Cara Nazione, ho da poco cambiato casa e adesso abito in una villetta a schiera con parcheggio e giardino frontale condominiale. Il punto è che nel giardino comune c’è un albero di ginko, pianta che io non conoscevo ma che fa dei frutti dall’odore terribile. Questi, anche per la pendenza del terreno, finiscono tutti nella mia porzione di parcheggio. Io vorrei eliminare la pianta e sostituirla con un’altra che crei meno problemi, ma gli altri condomini non vogliono. Cosa posso fare?

Roberto T.

Caro Roberto, è un problema. Il ginko è un vero fossile vivente (lo dicono presente centinaia di milioni di anni fa), utilizzato come prodotto per alcune patologie per le sue proprietà terapeutiche. Il disagio che lei avverte è sicuramente legato al periodo della produzione dei “coni”. Da qui ad ottenere di rimuovere una pianta lì presente da anni che lei ha trovato quando ha acquistato l’immobile e che parrebbe non arrecare alcun disturbo se non a lei… la vedo dura. Quello che invece ha pieno diritto a chiedere e, soprattutto, ad ottenere, è la maggior manutenzione e pulizia dell’area che in quel periodo è interessata dal problema di cui scrive. Il diritto si radica nella norma di legge e si rafforza nel diniego che lei ha ottenuto in sede assembleare a tagliare la pianta e, in sostituzione, a piantumarne un’altra.

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.