Danni e risarcimenti

Il nostro condominio, formato da case a schiera, ha un parcheggio interno al quale si accede da un cancello. Il mese scorso un condomino (non sappiamo chi) ha lasciato aperto il cancello e, durante la notte, tre auto sono state danneggiate e derubate di vari oggetti.
I proprietari vogliono chiedere i danni al condominio. È corretto? Essendo un condomino estraneo ai fatti non vorrei pagare. Grazie.

Maurizio78

La questione in punto di diritto è molto delicata con profili di complessità. In primo luogo, occorre verificare quando, come e con quali regole è stato installato il cancello, se è o meno munito di dispositivo elettrico, ecc. Occorre cioè capire se al momento dell’installazione e relativa destinazione a uso parcheggio di un’area comune, il condominio si è dato delle regole. Capire anche se il dispositivo di apertura/chiusura (se elettrico), non abbia avuto problemi al momento del fatto.
In secondo luogo è importante esaminare il regolamento del condominio, se esiste. Insomma per una corretta e più esauriente risposta bisognerebbe avere qualche informazione in più. In generale, si può ragionevolmente sostenere che le aree comuni, destinate a parcheggio o a passaggio pedonale (come portoni e androni d’ingresso degli stabili), non hanno un obbligo di custodia in capo al condominio, non sono insomma come i parcheggi custoditi ove si paga un ticket. Occorre che i fruitori si attengano a regole comportamentali corrette, di buon senso e, visti i tempi, di attenzione volta alla protezione. Alla prima assemblea potreste, se non le avete, darvi delle regole.

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.