Amministratore e spese

Perché nel rendiconto le spese studio dell’amministratore sono separate dal suo compenso? In cosa consistono? Nel mio condominio, con riscaldamento centralizzato, il bilancio (proprio per il centralizzato) va dal 1 maggio al 30 aprile dell’anno successivo. Ho chiesto che dal prossimo anno, l’anno fiscale possa essere uguale all’anno solare, ovvero dal 1° gennaio al 31 dicembre, perché questo semplificherebbe i conti. Mi dicono però che è un problema, senza darmi spiegazioni precise.
Vi chiedo quindi: è vero? E come mai succede?

Daniela T.

Per sapere la ragione della separazione delle spese, occorrerebbe conoscere il preventivo dell’amministratore approvato e allegato al verbale dell’ordinaria assemblea annuale.
Forse, ma dico forse solo immaginando, sono divisi i compensi (onorari), dalle spese vive documentate e non (per esempio postali, cancellerie, sala riunioni, ecc.). L’altra questione è più delicata, ma anche più semplice da risolvere.
Non è detto che l’anno contabile di un condominio coincida con l’anno solare, anzi, spesso non lo è. Così, nel caso della nostra lettrice, la contabilità inizia il giorno 1° maggio di ogni anno per concludersi il successivo 30 aprile. In questo quadro, non è possibile contabilizzare le spese secondo anni di gestione e/o contabili diversi.
L’anno contabile è solo uno e tale rimane.

Non ci sono commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.